Casi Clinici - Fit For Dog

Vai ai contenuti

Menu principale:


Sei stato nostro ospite e vuoi aiutare altri proprietari nella tua stessa situazione?
Inviaci la foto, i video e la storia del tuo cane, saremo lieti di aggiungerlo tra i nostri casi clinici!
E-mail info@fitfordog.it oppure attraverso la nostra pagina Facebook


CASO CLINICO 1
SEMOLA

Semola, cane Vizsla di 3,5 mesi, viene riferita alla nostra struttura in data 6 Ottobre 2011. Semola è stata acquistata in buona salute circa 1 mese prima e vive insieme ad altri 2 cani in un appezzamento di terreno demaniale, i cani sono addestrati alla ricerca del tartufo. Semola non è ancora stata vaccinata, ha effettuato la prima sverminazione; assume alimentazione mista commerciale secco/casalinga, effettua quotidianamente esercizio fisico seguendo quotidianamente gli altri due cani nel bosco.
Martedì 20 settembre, improvvisamente, Semola manifesta disagio: il proprietario nota che c’è difficoltà nella masticazione e nella prensione dell’alimento; alla visita il veterinario sospetta che questa situazione possa essere causata dalla caduta dei primi denti da latte e Semola viene rimandata a casa. Il proprietario a casa nota un graduale peggioramento e il giorno successivo riporta la cucciola dal veterinario che ancora una volta non riesce a spiegarsi la situazione. Il giorno successivo finalmente la diagnosi è chiara: Semola ha i muscoli masseteri completamente contratti (trisma) e contrazione dei muscoli pellicciai (facies tetanica, risus sardonicus); viene immediatamente ricoverata in un pronto soccorso e, nel giro di un paio d’ore, è incapace di muoversi e tutte le sue articolazioni sono bloccate. I segni clinici sono patognomonici per tetano.
Viene iniziata la terapia medica con gli antibiotici e viene inserita un sondino per l’alimentazione forzata.
Semola viene alimentata 4 volte al giorno
Dopo circa 10 giorni di terapia intensiva si inizia un trattamento giornaliero di ginnastica passiva e mantenimento della stazione quadrupedale che dura 1 ora; questi trattamenti migliorano la condizione generale della paziente che viene riferita a noi in data 6 ottobre; alla prima valutazione notiamo una sufficiente mobilità dell’articolazione di entrambi i carpi ma le restanti articolazioni non sono in grado di flettersi o di estendersi se non per pochissimi gradi. E’ presente una certa mobilità seppur ridotta del collo e della coda; la bocca può aprirsi limitatamente, permettendo l’introduzione di piccole quantità di alimento morbido con la lingua, ma viene mantenuta la PEG per la somministrazione della maggior parte dell’alimento e dei farmaci fino a che il riflesso della deglutizione non si sarà completamente ristabilito.
I proprietari non sono stati in grado di capire come Semola possa aver contratto l’infezione da Tetano che produce la neurotossina causa della sintomatologia sopra descritta.
La situazione più probabile è che Semola possa essersi ferita in bocca per il suo vizio di mordicchiare oggetti e che questa ferita possa essere passata inosservata, infatti non erano presenti lesioni sul corpo della cucciola e la mucosa buccale presenta una guarigione molto rapida; a causa del pronunciato trisma inoltre, non sarebbe stata facile una valutazione accurata della bocca.
Ricoveriamo Semola nella nostra struttura in un ambiente separato, in penombra e in silenzio; vengono proseguite le terapie mediche impostate dai colleghi e procediamo ad effettuare due trattamenti giornalieri della durata di circa 90 minuti ciascuno, così organizzati.
Somministrazione di miorilassante 1 ora prima del trattamento; era necessario mantenere Semola in tranquillità limitando al massimo gli stimoli esterni. Essendo così giovane Semola si emozionava molto ogni volta che ci vedeva ed era necessario tenerla tranquilla, altrimenti comparivano fascicolazioni e tremori.
Impacchi caldi sulle masse muscolari degli arti e sulle articolazioni per 10-15 minuti
Massaggio con olio al rosmarino che ci aiutava a rilassare la muscolatura prima di procedere ai movimenti passivi
PROM (passive range of motion) di ogni singola articolazione degli arti; questo esercizio risultava doloroso e veniva tollerato per pochi minuti, ma era fondamentale in questa prima fase migliorare la mobilità articolare.
Mantenimento della posizione quadrupedale con fisioroll
Abbiamo scelto di non lavorare in acqua inizialmente perché non saremmo riusciti a trarne un grosso beneficio; Semola non era in grado di mantenere la stazione quadrupedale neanche se sostenuta.
Il trattamento sopra descritto viene proseguito per una settimana.
Il giorno 11 ottobre viene associato al solito protocollo fisioterapico una seduta di osteopatia, dopodiché la piccola viene lasciata a riposo.
Il giorno seguente notiamo che Semola è più allegra, ha più voglia di muoversi e tenta di mantenere la posizione sternale, non riuscendo ancora a mantenerla a causa della limitata mobilità della spalla.
Decidiamo di andare nel parchetto sostenendo Semola con pettorina romana, guinzaglio e sospensore sotto la pancia; la invogliamo, chiamandola continuamente e la piccola, con molta difficoltà, riesce ad effettuare dei piccoli passi, con le articolazioni molto rigide, atteggiamento di “ballerina sulle punte” cioè appoggio sulla punta delle dita e grande dispendio energetico. Riteniamo che la passeggiata abbia un’importanza fondamentale per rilassare i nostri pazienti e per dare stimoli importanti a livello visivo, olfattivo, motorio, neurologico e per migliorare l’umore. Secondo la nostra esperienza la collaborazione del paziente è fondamentale per la riuscita del trattamento e la depressione è spesso causa di fallimento o di recupero parziale della funzionalità.
Dal giorno 12 ottobre introduciamo quindi 2 brevi passeggiate al giorno in seguito ai trattamenti, cioè a “caldo” e notiamo un graduale aumento del ROM.
La cucciola continua a migliorare giorno per giorno, ma permane una marcata extrarotazione dell’arto dx dovuta presumibilmente alle gravi contratture dei muscoli del posteriore; decidiamo quindi di aggiungere dei trattamenti mirati con l’agopuntura. Vengono effettuati 3 trattamenti in data 17/10, 19/10, 21/10 e l’arto torna progressivamente nella sua posizione naturale. L’ultimo trattamento viene fatto a distanza di una settimana in data 26/10 con l’arto in buon appiombo.
Trattamento di agopuntura della Dott.ssa Donatella Zambelli
Seconda i parametri della Medicina Tradizionale Cinese Semola presenta un deficit di Wei QI (il sistema immunitario) e stasi di vescica biliare (spasmo della muscolatura degli arti posteriori e extra rotazione arto dx).
Decido di trattare il blocco del movimento con il punto roe dei muscoli, yanglingquan 34 vb, e tonificare il maestro dell’energia il P, Taiyuan il 9, tonifico il punti Hegu, 4GI per la sua funzione immunostimolante e analgesica e tratto il punto Dazhui 14 Vg, come punto immunostimolante. Già dopo il primo trattamento si nota un lieve miglioramento dell’ ipertono; ripeto gli stessi punti e aggiungo il punto Xi del meridiano interessato dalla contrattura che è il la vescica biliare il 37 vb.
Rivedo Semola una settimana dopo e l’ aspetto è decisamente migliore , arto più rilassato e riesce a stare sui 4 arti ed a camminare. Il deficit di we i QI è ristabilito; decido di stabilizzare l’energia del fegato, organo che regola il movimento muscolare e nutre la Wei QI trattando e tonificando Xingjian 2 F e Taichong , 3F. Tonifico anche l energia ancestrale, visto che è cucciola con il Mingmen il 4 VG.
Semola è ormai autonoma anche se non ancora in grado di sedersi o di sdraiarsi correttamente, rimane una certa rigidità nel movimento articolare soprattutto a freddo ma i proprietari sono in grado di gestirla a casa e la dimettiamo in data 21 ottobre 2011.
Allego lettera di dimissioni.

Calderara di Reno, 21 Ottobre 2011

Gent.mo Dott.G
Gent.ma Dott. ssa F
Gent.mo Sig. Z

Si dimette in data odierna Semola, cane Vizsla femmina di 4 mesi di proprietà del Sig. Z.
Semola è stata riferita per terapia post contratture da tetano e viene ricoverata in questa struttura dal 6 al 21 Ottobre; è al momento in buono stato di salute.
All’accettazione Semola si presentava in decubito laterale obbligato, grave rigidità di tutti gli arti, e gravi contratture dei muscoli masseteri, testa, collo e tronco. Veniva alimentata con PEG per la difficoltà di ingestione del cibo e alto rischio di polmonite ab ingestis.

Durante il ricovero Semola è stata sottoposta a due trattamenti riabilitativi giornalieri, con l’obiettivo di migliorare il ROM articolare, sciogliere le contratture e permetterle una vita autonoma.
Gli esercizi prevedevano terapie manuali e strumentali sia in acqua (underwater treadmill) che a terra e massaggi decontratturanti su tutto il corpo 2 volte al giorno.
Ora Semola è in grado di muoversi autonomamente, ma presenta ancora gravi difficoltà a sdraiarsi, sedersi e rialzarsi; inoltre l’andatura è ancora rigida ed è presente una contrattura sull’arto posteriore dx che porta l’arto in extrarotazione e non permette un buon ROM articolare. Il trattamento di questa contrattura ci è risultato particolarmente difficile; per tale motivo si è ricorso all’utilizzo dell’agopuntura che in sole 3 sedute ha nettamente migliorato la situazione, permettendo a Semola l’appoggio, seppur limitato dell’arto e una migliore escursione articolare. L’agopuntura per tanto ha coadiuvato il trattamento fisiatrico da noi attuato e riteniamo sia utile proseguirne l’applicazione anche in seguito.
E’ assolutamente importante mantenere Semola in esercizio; per questo motivo a casa si consiglia di effettuare passeggiate della durata di 20-30 minuti 3-4 volte al giorno, incrementando il tempo in maniera graduale.
Si consiglia di non interrompere completamente il lavoro di riabilitazione ma di effettuare il seguente piano fisioterapico: prossima settimana 1 trattamento al giorno dal lun al ven poi rivalutazione per il proseguimento della settimana successiva, ed eventualmente scalare a 3 volte la settimana.

A disposizione per ulteriori chiarimenti,
Cordiali Saluti

Deborah Puddu DVM
Direttore Sanitario
Clinica veterinaria Fit For Dog

Vediamo Semola successivamente alle dimissioni ancora 3 volte a settimana, lavorando sempre con movimenti passivi per migliorare la mobilità delle articolazioni ancora rigide, soprattutto le ginocchia e i tarsi che non permettono alla cucciola di sedersi. Lavoriamo anche con gli ostacoli e le scale, con il cane al guinzaglio, ci aiutiamo con dei premi in cibo per far compiere l’esercizio in maniera lenta per permettere lo scavalcamento dell’ostacolo con l’arto contro-laterale in appoggio: in questo modo l’esercizio viene svolto in modo corretto. A casa Semola ha a disposizione un’area esterna con dei gradini e dei muretti che fungono da ostacoli; vista la giovane età semola passa gran parte della giornata in movimento e questo la aiuta a sciogliere le articolazioni più rigide. Il giorno 7 Novembre Semola si presenta per l’ultima sessione di lavoro; il proprietario ci riferisce che è in grado di sedersi.
Consigliamo di mantenere Semola in movimento e di continuare l’esercizio di seduto-in piedi.
Feed-back del 6/12: Semola gode di ottima salute e ha ripreso il suo addestramento per la ricerca del tartufo; lavora diverse ore al giorno senza affaticarsi; è rimasto un leggero difetto nel movimento dell’arto posteriore dx nel cambio veloce di direzione.


CASO CLINICO 2
CORA

Cora e l’ernia del disco

Cora è una dolcissima shitsu che ci viene riferita in marzo 2011 in seguito a emilaminectomia per ernia del disco.
Non è in grado d camminare ne di urinare spontaneamente, pertanto viene ricoverata per essere sottoposta a due sedute di fisioterapia al giorno. Viene effettuata la ginnastica passiva e il tapis roulant in acqua e nell’arco di circa 1 mese e mezzo Cora riprende a camminare. Solitamente il recupero del controllo del movimento degli arti è accompagnato anche dal recupero della minzione autonoma, ma non nel caso di Cora, che ancora non riusciva a fare la pipì da sola e dovevamo effettuare ancora la spremitura manuale della vescica! A quel punto è stato introdotto un ciclo di agopuntura
Agopuntura: Alla visita secondo i parametri della medicina tradizionale cinese, si osserva deficit RT con eccesso di F. Tratto shu mo' di vescica Pangguanshu 28v e 3 vc, e un punto diuresi il Yinlingquan 9RT, che mi serve anche per tonificare l’energia della milza- pancreas. Alla seconda visita 3 gg dopo, la vescica appare più morbida alla spremitura, ma il deficit RT rimane. Decido di trattare gli stessi punti, aggiungendo Taichong il 3 F punto controllo dei muscoli, e tonificare il VG trattando Baihui 20 vg , Fengfu 16 vg e Changqiang l' 1 vg.
Alla terza seduta, 4 gg dopo, riferiscono una urinazione spontanea. Ora il deficit è più presente nel meridiano di Rene, così decido di fare il Shuquan, il 5R e trattando i punti della precedente seduta.. Il deficit RT R si è risolto, in entrambe tratto shu mo di v e Yinlingquan 9 RT , Taichong 3f 16 vg.
Secondo noi l’agopuntura ha avuto un ruolo determinante nel recupero della minzione di Cora, che finalmente è stata dimessa per tornare a casa dalla sua adorata mamma!
Abbiamo un ricordo bellissimo della nostra adorata Cora! Una cagnolina stupenda e dolcissima che rimarrà per sempre nei nostri cuori!

CASO CLINICO 3
ZEUS

Zeus è un pastore tedesco di 8 anni, che ci viene riferito nell’aprile del 2011 per la fisioterapia in seguito a emilaminectomia a livello L3-L4. Zeus è uno dei tanti cani che arrivano qui operati per ernia del disco. Il suo proprietario, una persona molto anziana, non si era accorto che il cane da almeno 2 giorni non si alzava in piedi. Quando finalmente ha capito che il cane non stava bene, si è fatto accompagnare dalla veterinaria, che, capita immediatamente la gravità del problema lo riferisce alla clinica per le indagini e gli approfondimenti del caso. La Tac mostra la presenza di materiale discale a livello di L3-L4 e una gravissima emorragia che comprime il midollo da L1 fino a L6….. una situazione gravissima. Zeus è completamente paralizzato e cosa ancor più grave, non è in grado di urinare spontaneamente. Zeus viene immediatamente operato, perché dovete sapere, amici, che in questi casi è fondamentale intervenire immediatamente!!!
Il midollo spinale è una struttura estremamente delicata, e più a lungo dura la compressione, più è difficile ottenere un recupero. Purtroppo nonostante l’ottimo lavoro del chirurgo, Zeus arriva da noi completamente paralizzato e ancora non in grado di urinare.
Lo ricoveriamo, perché il proprietario anziano non sarebbe in grado di curarlo e di gestire la spremitura della vescica. Iniziamo immediatamente la riabilitazione, fatta di 2 trattamenti al giorno che comprendono ginnastica passiva, elettrostimolazione, lavoro in under water treadmill e ginnastica vescicale, oltre alle terapie farmacologiche del caso. Passano i giorni, poi le settimane, ma Zeus non  mostra alcun miglioramento.  A questo punto chiediamo supporto alla nostra agopuntrice per provare a migliorare la situazione.
Alla prima visita di agopuntura Zeus presenta sfintere anale iporeattivo e ritenzione urinaria, secondo la diagnosi della medicina tradizionale cinese, Zeus presenta deficit di Milza- pancreas; tratto il Yinlingquan 9 RT, punto della diuresi, tratto la vescica con l tecnica su mu, pungendo Pangguanshu 28 e zhong ji 3 vc, tratto anche i punti per nutrire i midolli bai hui 20 vg, Changqiang 1 vg, per far scorrere l energia lungo il canale vertebrale e il ming men 4 vg come tonificatore dell milza-pancreas. Alla seconda seduta l'ano è più reattivo e Zeus cerca di urinare, il deficit di milza - pancreas è migliorato e decido di mantenere lo stesso trattamento. Alla terza seduta di agopuntura Zeus urina da solo il deficit e' quasi completamente scomparso, tratto gli stessi punti .

A due mesi di trattamento decidiamo di interrompere la riabilitazione. Ma Zeus è un cane fiero e forte e chiediamo al suo proprietario di dargli una possibilità di poter vivere con dignità.
Ordiniamo il carrellino e quando finalmente arriva dagli USA, Zeus può finalmente essere di nuovo quel cane indipendente che era sempre stato. Nel video vedete la reazione di Zeus  la prima volta che “indossa” il carrellino. E’ un po’ perplesso, perché sa che ha bisogno del nostro aiuto per stare in piedi e camminare, ma quando capisce che può fare da solo….. è felice!!!!!
Questa storia dal finale triste ha da insegnarci delle cose molto importanti (che avrebbero potuto fare la differenza nel recupero di Zeus)
1- Quando un cane manifesta sintomi neurologici deve essere immediatamente riferito a un neurologo professionista!!!!
2- E’ molto importante che il proprietario sia in grado (per tempo a disposizione e capacità fisiche ) di gestire il cane una volta che questo arriverà a casa. Una persona di 85 anni di 50 Kg di peso, non può fisicamente seguire un cane di 40 Kg con queste problematiche!
3- Siamo assolutamente certe che l’agopuntura abbia dato lo stimolo giusto per il recupero della minzione spontanea, cosa che ha salvato la vita a Zeus (il proprietario non sarebbe mai stato in grado di gestirlo e avrebbe richiesto l’eutanasia!!)
Ciao Zeus

CASO CLINICO 4
SOFY

Sofy è una gattina di 9 anni che è arrivata oggi per un consulto fisioterapico. La precedente proprietaria l'aveva fatta operare in seguito a frattura del garretto e il veterinario aveva posizionato questo fissatore esterno, che poi non è mai stato rimosso (non ne conosciamo le ragioni). La nuova proprietaria ha fatto immediatamente rimuovere il fissatore, ma ovviamente la qualità del passo della gattina è pessima e irrimediabilmente compromessa. Si stanca velocemente ed è diventata molto sedentaria. Non appoggia il moncone perchè la sensibilità su quell'arto è molto alterata, come su tutti i monconi. Il nostro parere è quello di amputare alto in questi casi, perchè la gattina non avrebbe questa "gamba di legno" e si muoverebbe in maniera molto più sciolta; siamo convinti che la sua qualità di vita ne trarrebbe un grande vantaggio. Perchè ricordiamoci che siamo tutti qui (veterinari) per restituire qualità di vita ai nostri animali! L'amputazione non è una cosa di cui aver paura ma è un'arma che ci permette, come in questo caso, di migliorare notevolmente la vita... gli altri gatti non diranno "guarda quella..." oppure "poverina, hai visto", questi sono preconcetti solo umani (oserei dire fortunatamente!!) Impariamo dai nostri amici animali!! Ciao Sofy, buona fortuna!!♥

 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu